5 ragioni per usare la piattaforma di marketing automation Hubspot

21.03.17 - Posted by Elisa

hubspot.png

Il termine "Inbound marketing" indica una nuova filosofia di fare marketing, (l'inbound come risposta alle tradizionali tecniche interruttive del marketing outbound) e prevede strategie e una precisa metodologia che diventa operativa grazie alla piattaforma di marketing automation Hubspot, capace di supportare l'intero processo inbound, dal blogging alla content creation, al CRM, al processo di vendita.

Noi stessi siamo una case history di successo: per rendere più efficiente la nostra metodologia, nel 2013 siamo diventati partner di Hubspot, innalzando la qualità dei servizi offerti dalla nostra agenzia e oggi siamo Platinum partner Hubspot e primo partner italiano per numero di clienti e strategie inbound implementate.

Ripensando alla nostra esperienza ecco quali sono le 5 principali ragioni per cui usare il marketing automation di Hubspot ha fatto la differenza:

1 - Tutti i tool dialogano tra loro e sono perfettamente connessi

L'inbound marketing si focalizza sulla lead generation, sull'accompagnare le lead alla decisione d'acquisto attraverso azioni di nurturing e sul mantenere vivo l'engagement con i clienti attivi.

Per fare tutto ciò sono necessari i seguenti strumenti:

  • un content management system per il sito;
  • una piattaforma di blogging;
  • un software di analitica;
  • una piattaforma di email marketing;
  • un CRM;
  • un software per creare landing page e call-to-action;
  • fogli excel e Google sheets.

A seconda poi delle esigenze del caso la lista può anche allungarsi. La maggior parte di questi tool lavora in modo indipendente, non integrato. Per anni in Rhei abbiamo usato:

  • un content management system personalizzato;
  • WordPress per il blog;
  • Google Analytics;
  • MailChimp;
  • un CRM;
  • landing page e call-to action sviluppate appositamente per noi;
  • applicazioni per "mettere" tutto insieme.

Questi strumenti, lavorando in modo indipendentemente, non permettevano di mantenere viva una visione unitaria dei processi inbound che avevamo messo in campo e il risultato era una grande inefficienza in termini di tempo, costi e risultati.

Con l'adozione di Hubspot le cose sono cambiate. Tutti gli strumenti hanno incominciato a lavorare congiuntamente e, grazie ad una sola dashboard, ora abbiamo sotto gli occhi cosa sta succedendo in tempo reale. Hubspot inoltre aggiunge i tool dedicati alle buyer persona, ai workflow di lead nurturing, alla timeline che registra ogni azione e interazione dei singoli contatti con i nostri canali online e una reportistica precisa e personalizzabile di tutto quanto accade.

2 - Una visione chiara del ROI

Inbound marketing significa anche misurare e rivedere costantemente le proprie azioni. Hubspot permette di misurare tutto, dal SEO, ai social, alle email, alle landing page...

Ti interessa conoscere quali articoli del blog generano più traffico o più conversioni? Oppure vuoi sapere quale campagna email ha portato più partecipazioni ad un evento? Hubspot ha la risposta a questo e a molto altro.

3 - Focus sui prospect migliori

L'obiettivo è quello di generare lead in linea con il profilo dei nostri clienti ideali, quelle che l'inbound chiama "buyer persona". Hubspot mette al centro di ogni azione di marketing e sales le buyer persona, i suoi tool sono costruiti attorno a questo concetto in modo che non venga mai perso il focus sui contatti più promettenti. E' inoltre presente un sistema di lead scoring che aiuta a concentrare le azioni sulle migliori opportunità. Il punteggio viene assegnato in base a informazioni legate al comportamento dei contatti. Quali pagine hanno visitato? Quante volte sono tornati sul sito? Quali contenuti hanno scaricato o visto? Quante email hanno aperto? Queste e molte altre azioni, vengono associate ad un punteggio per comporre modelli di lead scoring anche molto complessi capaci di guidare in modo preciso le azioni dei sales.

4 - SEO

Il SEO deve essere costantemente tenuto sotto controllo, per questa ragione Hubspot assicura che ogni elemento venga ottimizzato offrendo suggerimenti step by step in linea con gli ultimi aggiornamenti degli algoritmi di Google. L'esperto SEO non è più necessario e il tool "page performance" indica per ogni pagina se ci sono elementi che richiedono un aggiustamento. Il tool dedicato alle keyword indica invece come i nostri contenuti sono posizionati su Google e ci suggerisce su quali parole chiave ci conviene investire.

5 - Un set di tool in continua evoluzione

Il mondo della tecnologia applicata al marketing e al mondo delle vendite è in continua evoluzione, Hubspot rilascia costantemente aggiornamenti per rispondere alle nuove esigenze e il desktop di assistenza è sempre a disposizione. 

Topics: HubSpot, Marketing Automation

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us