6 consigli per lanciare un progetto di marketing automation

21.12.16 - Posted by Graziano


Marketing-Automation-1.jpg

Molti dicono che il marketing automation è una cosa difficile. Richiede una corretta segmentazione, il mantenimento di un database pulito, la costruzione di complesse campagne di nurturing, competenze specifiche e molto altro... Inoltre serve una gran quantità di contenuto per far girare le cose.

Dato che sono ancora relativamente poche le aziende che hanno adottato il marketing automation, sembrerebbe che questa opinione sia davvero corretta.

Capire il marketing automation

Hubspot definisce il marketing automation come "un software che ha l'obiettivo di automatizzare le azioni di marketing".

Molti dipartimenti marketing hanno infatti la necessità di rendere automatici processi ripetitivi come l'invio di email, le attività sui social media, il seo e altre gestioni relative al sito web. La tecnologia su cui si appoggia il marketing automation permette tutto ciò e molto altro in più. Ad esempio può far crescere e migliorare le relazioni con clienti e prospect creando una connessione con loro quando utilizzano i contenuti aziendali, da la possibilità di inviare email personali a ciascun contatto evitando le dem massive, raggiungendo ciascun contatto nel momento giusto e nel luogo giusto.

Studi dimostrano che i benefici del marketing automation sono notevoli:

  1. Il marketing automation porta ad un aumento della produttività del 14,5% e una riduzione dei costi del marketing del 12,2%;
  2. le aziende che utilizzano il marketing automation per le campagne di nurturing producono il 451% in più di lead qualificate (Business2community);
  3. i marketer B2B che implementano il marketing automation contribuiscono alla crescita della pipeline di vendita di una media del 10% (Forrester)

Dove incominciare

Meglio incominciare dalle cose semplici, lavorando step by step per migliorare la lead generation e l'engagement dei prospect imparando a sfruttare al meglio le funzionalità della piattaforma scelta.

6 consigli per lanciare un progetto di marketing automation:

1. selezionare una necessità aziendale e qualificarla. Ad esempio: il team di vendita beneficerebbe di una comunicazione di benvenuto inviata in automatico a ogni prospect che si registra sul sito aziendale;


2. schematizzare dall'inizio alla fine il processo che si vuole automatizzare. Ad esempio una nuova lead si registra e scarica un ebook, immediatamente parte un email di benvenuto, dopo 2 giorni gli si invia un contenuto di approfondimento, dopo altri 5 giorni, se ha scaricato il nuovo contenuto gli si offre la possibilità di partecipare ad un webinar sul prodotto, se non scarica il contenuto gli si invia un email con una differente offerta di approfondimento;


3. costruire la logica del workflow nel sistema di marketing automation;


4. testare la logica. Testare tutte le differenti opzioni per essere sicuri che il workflow funzioni;


5. implementare all'interno del sistema di automation tutti gli asset necessari al funzionamento del workflow. (email, call-to-action, landing page, ecc..);


6. monitorare l'andamento per evidenziare possibilità di miglioramento. Questo significa ad esempio modificare il testo di un email, o la logica del workflow. L'attenzione deve rimanere sempre focalizzata su come si possa creare l'engagement migliore con i prospect per accompagnarli alla decisione di acquisto.

Una volta implementato, il sistema di marketing automation aumenta l'efficienza aziendale, snellisce i processi di marketing e vendita e accorcia il ciclo di vendita.

Topics: Marketing Automation

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us