Inbound marketing: con un’agenzia web o in autonomia?

14.08.14 - Posted by Roberta

agenzia_web

Un'agenzia web marketing inbound pone al centro della propria metodologia di lavoro i contenuti (articoli del blog, video, ebooks, ecc..),   per attrarre al sito internet quelle leads qualificate che stanno compiendo in rete ricerche relative ai prodotti/servizi che l’azienda offre. Non è un marketing che spinge la vendita, cerca piuttosto di soddisfare le necessità dei potenziali clienti che, nella maggioranza dei casi, una volta compreso come questo genere di attività può essere utile al proprio business, chiederà di procedere verso l’acquisto. L’inbound marketing non si vende, si compra.

I tools di un’agenzia web che segue l’inbound marketing sono il website, il blog, l’email e i social media. Essi vengono utilizzati come canale per diffondere il contenuto in direzione del target e farlo scendere nel tempo verso il fondo del funnel di vendita.

E’ una metodologia che si basa sulla customer intelligence e su relazioni il più possibile dirette e personali (più le comunicazioni sono profilate, più sono efficaci). Il meccanismo che muove tutte queste attività è il marketing automation .

Verrano utilizzati principalmente i seguenti strumenti:

Blogging
Calls-to-action
Landing Pages
Forms
Contenuti Premium  (ebooks, white papers, case studies, etc.)
Video
Email Nurturing
Social Media
Digital PR
Online Advertising

Capire la filosofia che sta alla base dell’Inbound Marketing è piuttosto semplice, la barriera d’accesso a questo tipo di educazione è piuttosto bassa: ognuno può costruirsi una buona conoscenza di cosa sia l’inbound e a costo praticamente nullo. Ma questo non si traduce nella capacità di saper gestire in autonomia una campagna che si compone di diversi e fondamentali elementi:

-Comprensione: questa strategia vuole incontrare i propri potenziali clienti nel preciso momento in cui stanno compiendo una ricerca online e sull’esatto canale che stanno utilizzando. I marketers di un’agenzia web inbound, devono avere una profonda conoscenza del target a cui si vogliono rivolgere e di come questo si comporta online.

-Processi: è necessario creare il contenuto e promuoverlo attraverso l’utilizzo dei workflows. Tutto, dal blog,  all’ottimizzazione dei contenuti, alla promozione, al digital PR, funziona in modo efficacie solo se inserito all’interno di un processo preciso e ben definito.

-Tools: una campagna inbound utilizza tutta una serie di strumenti: blogging tools, social media tools, email tools, analytics tools.

-Qualità: produrre contenuti di alta qualità per soddisfare le esigenze del pubblico al quale ci si vuole rivolgere. E’ la qualità dei nostri contenuti che porta lead qualificate a visitare le pagine del nostro sito, leggere i nostri post, compilare un form di contatto, scaricare i nostri ebooks, condividere i contenuti sui social media, ecc…

-Esperienza: l’esperienza nel saper disegnare, eseguire e coordinare ogni singola parte di una campagna di inbound marketing è ovviamente fondamentale.

Fare tutto questo da soli o affidarsi ad un’agenzia web inbound?

I vantaggi del “fai-da-te”

  •  Completo controllo di ogni aspetto del processo. Sarà possibile controllare sempre in prima persona il tono, lo stile e il visual look della nostra campagna. Saremo noi a influenzare con la nostra esperienza e opinioni tutti i processi, saremo noi a condurre tutte le azioni. Appoggiandoci ad un’agenzia dovremmo invece delegare le decisioni.
  • Non affidandoci ad un’agenzia web, tutti gli step del processo, man mano che si sviluppano, saranno sotto i nostri occhi, non ci limiteremo a vederne i risultati finali.
  • Velocità decisionale: le decisioni verranno prese più velocemente in quanto la catena delle comunicazioni è più corta
  • Più completa comprensione della propria “inbound marketing machine”: saremo noi ad averla costruita dall’inizio alla fine!

Gli svantaggi del “fai-da-te”

  • Non affidandoci ad una agenzia web inbound bisognerà mettere in conto l'investimento di tempo necessario a capire come progettare, impostare e gestire la campagna, come pure un periodo di sperimentazione e possibili errori, con un'agenzia avremmo invece a disposizione un team di specialisti che ci assicurerebbe un set-up veloce ed una esecuzione più sicura.
  • Non essendo esperti del mestiere, un altro limite sarà posto dalla conoscenza ridotta e dalla mancanza di esperienza. Inoltre, la gestione di una campagna inbound, articolandosi –come abbiamo visto sopra- in differenti aree operative, richiede  parecchio tempo e parecchia energia che dovremo sottrarre alle attività consuete, ovviamente nell'altro scenario avremmo a disposizione un team di esperti che lavora per nostro conto.
  • Se scegliamo l’autonomia dovremo impegnarci a studiare e sperimentare il processo inbound, tracciare i profili delle nostre buyer personas, generare idee, creare contenuti, promuoverli, scoprire come funzionano i vari tools di automation necessari a muovere la campagna, valutarne i risultati.

Quanto tempo ci sarà necessario? Quanto investimento? Quanto rischio? Abbiamo in azienda le risorse necessarie? Abbiamo il tempo per formarle?

 

Topics: Inbound Marketing, Agenzie Inbound

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us