Blog aziendale: le best practices per ottenere il massimo risultato

21.10.14 - Posted by Roberta

blog_aziendale_best_practices

Le aziende con un blog aziendale  regolarmente popolato da contenuti freschi e di argomento rilevante per il proprio pubblico di potenziali clienti registrano un traffico al loro sito maggiore del 55% rispetto a quelle che non lo hanno (fonte HubSpot).  E maggior traffico significa maggiori opportunità di convertire i visitatori in leads e un maggior numero di leads significa maggior opportunità di trasformarle in clienti.

Il blog è un ottimo strumento per fare lead generation . Inoltre gli articoli pubblicati online non ci permettono solamente di dimostrare la leadership del nostro brand come esperto del settore in cui opera, ma ci da l’opportunità di educare i nostri prospects, rispondere alle loro domande, risolvere i loro problemi. Inoltre se i nostri posts sono ben ottimizzati per i motori di ricerca, saranno un fondamentale alleato per migliorare il posizionamento online del nostro sito.

Ogni nuova pagina del blog aziendale è una nuova opportunità di farci trovare online dai nostri potenziali clienti.

Esistono delle best practices da seguire con attenzione per ottenere il meglio dal nostro blog aziendale:

1. Scrivere per le proprie buyer personas

Conoscere la nostra audience è fondamentale. Se gli argomenti dei posts non interessano ai nostri potenziali clienti (le nostre buyer personas), non riusciremo mai a convertire il traffico che giunge al blog aziendale in leads e clienti. Inoltre dobbiamo sempre pensare in quale fase del buyer’s journey (awareness- presa di coscienza; consideration- analisi e confronto dei prodotti; decision –fase decisionale) si trova il lettore per cui abbiamo pensato il nostro articolo: diverso sarà scrivere per una buyer persona che si trova nel primo stadio, quello della presa di coscienza di una necessità che il nostro prodotto/servizio può risolvere, rispetto a scrivere per chi sta valutando quale acquistare tra i prodotti che offre il mercato. Ogni articolo del nostro blog aziendale deve quindi essere centrato su un topic importante per il nostro target. Se il nostro articolo sarà capace di risolvere un loro problema o rispondere ad una loro necessità, torneranno a visitarci.

2. Scrivere regolarmente

Maggiore il numero dei post che pubblicheremo sul nostro blog, maggiori saranno le opportunità di lead generation.

3. Scrivere e formattare il testo in modo corretto

Ciò che scriviamo e come graficamente lo formattiamo ha grande importanza: aiuta la lettura rendendola più piacevole e incisiva: una giusta lunghezza del testo (non eccessiva, ma non inferiore ai 400 caratteri, un testo movimentato da frasi in grassetto, elenchi puntati e numerati, spazi bianchi e immagini adeguate ed “attention getting”), aiuterà i lettori a rimanere sulla nostra pagina e dedicare attenzione al nostro contenuto.

4. Non dimentichiamo il SEO

 non solo le nostre buyer personas leggeranno i nostri articoli, ma anche i motori di ricerca. Google, Yahoo, Bing, ecc.. scansioneranno i nostri contenuti per assegnare loro una posizione nei loro risultati di ricerca. Seguire le regole SEO è quindi fondamentale per farsi trovare online.

5. Non dimentichiamo le Calls-to-Action

Come abbiamo detto sopra, il blog aziendale è un grandioso strumento di lead generation, dobbiamo però offrire ai nostri visitatori una buona ragione per lasciarci i loro dati di contatto e trasformarsi in leads iscritte al nostro database di marketing. In ognuno dei nostri articoli consigliamo di inserire delle calls-to-action: nella sidebar, nel testo anche sotto forma di link, e sicuramente in conclusione del post offrendo magari il dowload di un contenuto di approfondimento. Le CTA devono essere rilevanti e fornire uno step logico di approfondimento.

Topics: Blogging, Content Marketing, Buyer Personas

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us