Brand identity: qual è il compito del content strategist?

29.03.17 - Posted by Graziano

Brand Identity.jpg

Molte aziende sentono oggi la necessità di definire la loro identità per distinguersi dai competitor e dare una chiara immagine di sé al proprio target. La brand identity nasce dai valori profondi dell'azienda, i cosiddetti "core values" e in questo post vediamo come essa si combina con il lavoro del content strategist.

Il ruolo del content strategist è piuttosto complesso, il suo compito va ben più in la del determinare come posizionare un prodotto o un'idea, deve sapere come inviare il messaggio giusto, alle persone giuste, al momento giusto e nel formato giusto.

Esistono due principi che fanno capo alla brand identity su cui deve poggiarsi il lavoro del content strategist: coerenza e originalità.

Coerenza e brand identity

Costruire fiducia nei clienti è essenziale. Il target deve essere in grado di riconoscere con facilità chi siamo. Deve essere in grado di formulare delle aspettative realistiche su cosa offriamo. I messaggi che inviamo e i canali che utilizziamo possono adattarsi e cambiare, ma non la nostra brand identity. Se costruiamo messaggi coerenti con i nostri core values, siamo in grado di mostrare ai consumatori chi siamo e di trasmettere la sensazione che si possono fidare di noi perché terremo fede ai valori della nostra brand identity.

Mantenere l'intero team aziendale allineato sui valori fondamentali dell'azienda è di grande importanza. La comunicazione, anche di chi non lavora nel marketing o nelle PR, potrà seguire un'unica linea in termini di modo e tono dei messaggi che escono dall'azienda, sia sui canali online che negli incontri personali. Tutto il team aziendale rappresenterà l'azienda e i suoi valori.

Nella pratica il content strategist potrebbe:

  1. studiare un piano di training per tutti i dipendenti, in cui illustrare la storia dell'azienda, la sua mission, i suoi obiettivi e i suoi valori;
  2. invitare i partecipanti al confronto e alla discussione su questi temi;
  3. insegnare come "raccontare" l'azienda all'esterno.

Il compito del content strategist infatti è anche quello del supervisore che assicura che la stessa brand identity passi attraverso ogni canale di comunicazione.

Originalità e brand identity

L'originalità della comunicazione aziendale deve saper combinare creatività e brand identity. Significa saper trovare spazio per la creatività nei limiti posti dall'identità che si è stabilita per la propria organizzazione.

Dobbiamo cercare di essere unici, rilevanti ma sempre noi stessi. Qualunque contenuto di nostra produzione, per il sito, per una pubblicità online, per un post sui social o per qualunque cosa, non deve essere scambiato per quello di qualcun altro.

Vi proponiamo un piccolo test che aiuterà a capire come e quanto nella vostra azienda la brand identity è legata alla content strategy:

  1. Tutti i nostri contenuti riflettono i core values aziendali? Se così non fosse, perché?
  2. I nostri clienti hanno una chiara percezione della nostra brand identity? Hanno fiducia in noi? Come possiamo determinarlo?
  3. La nostra comunicazione è coerente? L'immagine e il tone of voice che utilizziamo sui diversi canali è sempre lo stesso? Chi si occupa di verificarlo all'interno della nostra organizzazione?
  4. Siamo in grado di dire qualcosa di unico o diciamo le stesse cose dei nostri competitor?
  5. Possiamo misurare sia qualitativamente che quantitativamente quanto la nostra comunicazione ritrae chi in effetti siamo? O facciamo solo ipotesi?

 

 

 

 

 

Topics: Brand Awareness

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us