Come funziona Hubspot: il tool “Eventi”

04.04.16 - Posted by Roberta

come_funziona_Hubspot_1.jpg

Utilizzando il tool “Eventi”di Hubspot possiamo analizzare i comportamenti abituali dei visitatori del nostro sito, come ad esempio i click sui link, la visita di pagine, il riempimento di form. Sono sostanzialmente dei trigger che possiamo scegliere di posizionare su particolari elementi del nostro sito e che rispondono alle azioni degli user.

Con questo tool Hubspot ci permette di capire per ogni stadio del buyer’s journey cosa interessa di più al nostro target e cosa performa meglio. E’ come se avessimo a disposizione una lente d’ingrandimento che ci permette di osservare cosa fa ogni singolo contatto che visita le nostre pagine web e riassumere questi comportamenti in una serie di report utili a prendere decisioni di marketing “data driven”, cioè basate su dati precisi o far partire in automatico delle specifiche azioni di lead nurturing.

Poiché i dati vengono raccolti per ogni singolo visitatore, se ad esempio un contatto ritorna più volte su una pricing page non sarebbe il caso di contattarlo direttamente?

Perché utilizzare gli Eventi di Hubspot?

1. Creare report “chirurgici”:

possiamo analizzare i dettagli del comportamento del nostro target per prendere decisioni di marketing informate

2. Creare dei trigger:

quando qualcuno completa un evento possiamo aggiungerlo ad una lista che utilizzeremo per impostare uno step successivo come ad esempio l’invio di un email, l’aggiunta di punteggio nell’ambito del lead scoring, o una migliore targhetizzazione dei nostri contenuti.

3. Possiamo analizzare quelle che Hubspot chiama “microconversioni”, ad esempio:

  • click di un elemento nella barra di navigazione: non è interessante sapere dove le persone vanno dopo essere atterrate sulla nostra homepage? Ci sono voci della navigazione che non riscuotono interesse?
  • Visualizzazione del contenuto offerto in download dalla thank you page: se ad esempio un contatto non scarica l’ebook o il whitepaper per cui ha compilato il form gli si può in automatico inviare un email che gli ricorda di farlo. Oppure si può vedere cosa il contatto fa dopo esser stato sulla thank you page.
  • Click di un link in un articolo del blog: settando un evento per ciascun link presente in un articolo possiamo verificare quali ricevono il numero maggiore di click e quindi capire quali argomenti il nostro pubblico desidera maggiormente approfondire.
  • Click della pricing page dal menù di navigazione o da una singola pagina. Creando un trigger relativo a questo evento sarà possibile dedicare delle azioni specifiche di nurturing a quei contatti che hanno completato questo evento e innalzare il loro livello di sales qualification.

Ed ancora:

  • Iscrizione al feed RSS
  • Visualizzazione di un video
  • Utilizzo del tool bar di ricerca
  • Selezione del bottone per l’apertura di un ticket
  • Scrolling al fondo di una pagina

Le possibilità sono quasi infinite…

Perché il tool Eventi di Hubspot è così importante?

Ecco alcuni esempi:

  • Vogliamo sapere come hanno fatto gli iscritti al nostro blog a trovare per la prima volta il nostro sito?
  • Ci interessa sapere se è la ricerca organica o i social media a portare il maggior numero di visualizzazione alla nostra pricing page?
  • Vogliamo sapere cosa hanno visto le nostre leads prima di prenotare la call con un nostro venditore?
  • Vogliamo sapere quante persone hanno scrollato tutta l’homepage dato che abbiamo inserito un nuovo banner?

Topics: HubSpot

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us