Consulenza Seo 2015: quali sono gli elementi fondamentali?

27.02.15 - Posted by Elisa

consulenza_seo_2015

Ottimizzare i propri contenuti per il SEO (Search Engine Optimization), è una parte importante delle strategie di content marketing. Creiamo contenuto (pagine web, articoli del blog, post sui social media, ecc...) per portare traffico al nostro sito e fare lead generation  . Quindi, per prima cosa, dobbiamo assicurarci che ciò che scriviamo venga trovato online dai nostri potenziali clienti. Ed è qui che entra in gioco la consulenza SEO.

Google modifica periodicamente i propri algoritmi e quello che valeva ieri oggi non vale più. Vi ricordate la strategia SEO di mettere le keywords ovunque (nella URL, nel titolo, nei sottotitoli, nelle immagini, nel footer, nelle barre laterali e 300 volte nel testo)? Oggi, anno 2015, tutto questo non funziona più, un utilizzo esagerato delle keywords viene anzi penalizzato dai motori. L’algoritmo Hummingbird, l’ultimo rilasciato da Google, ha reso la consulenza SEO molto più semplice. Il motore di ricerca è ormai in grado non solo di leggere i nostri contenuti ma anche di “capirli”: Google riconosce il tema attorno al quale si svolge il contenuto, riconosce i sinonimi, capisce se è un contenuto unico, ecc…

Consulenza Seo 2015: i tre elementi fondamentali

1) Non utilizzare le Meta Keywords

Google ha penalizzato da tempo l’utilizzo delle meta keywords perché non venivano utilizzate in modo corretto,quindi meglio evitarne l'uso.

2) Non inserire troppe Keywords nei testi

Come dicevamo sopra, la pratica SEO di inserire ripetutamente nel testo una keyword è oggi considerato black SEO (keyword stuffing). La densità delle keywords non è più importante, è sufficiente scrivere in modo normale, pensando alle esigenze dei nostri lettori umani. Quindi la miglior consulenza SEO vi dirà di scegliere un tema da sviluppare per ciascun contenuto pensando a come esso possa rispondere alle domande dei nostri possibili clienti, sempre domandandoci: “cosa cercano online le nostre buyer personas?” Non dobbiamo parlare di quanto siamo bravi, di quanto valgono i prodotti o dei servizi della nostra azienda. Dobbiamo parlare delle loro esigenze.

  •          scrivere un testo di almeno 400 parole,
  •          formattare il testo un frasi brevi,
  •          utilizzare spazi bianchi, elenchi puntati e numerati,
  •          inserire dei links a pagine del sito che approfondiscono l’argomento trattato,
  •          dare la possibilità ai lettori di condividere il contenuto sui social media: più i nostri contenuti vengono condivisi dai nostri lettori, maggiore sarà il ranking che i motori gli attribuiranno.

3) Non dimenticare le Meta Description

La meta description è quella porzione di testo che compare sotto il titolo dei nostri contenuti nelle pagine dei motori di ricerca. Spesso viene dimenticata, o inserita in modo erroneo mentre invece è un elemento utile per il SEO e per i nostri lettori: ai motori serve per indicizzare e alle persone per decidere se l’argomento trattato è di loro interesse quindi decidere se fare click sul nostro post, pagina web, ecc…

2.1metadescription

Topics: SEO

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us