Consulenza SEO: come scrivere un post

03.06.14 - Posted by Elisa

consulenza_SEO

Oggi le aziende sanno che avere un blog aziendale, sempre aggiornato con nuovi contenuti pensati per soddisfare le esigenze dei propri potenziali clienti, è uno strumento fondamentale per portare traffico al proprio sito e fare  lead generation

Una buona consulenza SEO indicherà quali sono le regole base a cui attenersi per ottimizzare i post ai fini dell’indicizzazione da parte dei motori di ricerca.

 Ecco i punti fondamentali che una buona consulenza SEO indicherà alle aziende che utilizzano un blog:

1) Concentrarsi su una, massimo due keyword per post

La consulenza SEO vi dirà che la prima norma è concentrarsi su una, massimo due parole chiave per ogni post. E’ meglio limitare le parole chiave a questo totale, perché  i motori di ricerca penalizzeranno il  post se rilevano la presenza nel testo di un numero esageratamente alto di keywords (keywords stuffing) .

Le long-tail keywords  possono risultare più efficienti in termini di lead generation perché normalmente vengono utilizzate nella ricerca sui motori da parte di persone effettivamente interessate al prodotto/servizio che l’azienda offre.

La consulenza SEO vi dirà che ci sono quattro posizioni primarie in cui si dovrebbe includere la parola chiave :

a) Titolo
Il titolo del post dovrebbe includere la parola chiave e non dovrebbe superare i 70 caratteri.  Il titolo del post è il primo elemento che i motori di ricerca analizzano per determinare la pertinenza dei contenuti, per questo una parola chiave qui è così vitale.
b) Corpo del testo
Si dovrebbe menzionare la parola chiave a un ritmo normale in tutto il corpo del testo – cioè la keyword va utilizzata in modo naturale, la regola è scrivere per gli umani e non per i motori. 
c ) URL
I motori di ricerca guardano anche l’URL  per capire di cosa parla il post. La consulenza SEO prevede che l’URL dovrebbe riflettere il titolo, quindi anche qui è consigliato inserire la parola chiave su cui centriamo il tema del nostro articolo.
 
d ) Meta Description
La meta description è pensata informare i motori di ricerca ed i lettori circa il contenuto del post sul blog. Ovviamente se ci chiedete una consulenza SEO, vi diremo che la meta description è un’altra posizione fondamentale in cui inserire la keyword per la quale si vuole essere indicizzati dai motori.

2) Utilizzare il responsive design

I blog “responsive” si adattano allo schermo di qualsiasi dispositivo. Ciò significa che se stai leggendo un blog su un desktop, smartphone, tablet, o altro dispositivo mobile, il formato e il layout del sito sarà lo stesso, rendendo l’esperienza dell'utente positiva. Questo è un altro elemento che una consulenza SEO aggiornata secondo gli algoritmi di Google terrà in considerazione in fase di costruzione del vostro blog aziendale.

3) Utilizzare i Canonical Tags (tag canonici)

Potreste aver sentito dire da esperti di consulenza SEO  che non si dovrebbe mai avere contenuti duplicati sul sito. Tuttavia, talvolta è necessario divulgare le stesse informazioni in diverse pagine del sito per migliorare la navigazione dei visitatori al sito web. In tal caso è necessario utilizzare i tag canonici che indicano ai motori quali pagine indicizzare. Ecco come Google consiglia di utilizzare i canonical tags: https://support.google.com/webmasters/answer/139066?rd=1

4 ) Ottimizzare le immagini

Post del blog dovrebbero non solo contenere testo ottimizzato ma anche le immagini presenti nel testo dovranno contenere un “alt –text” che spiega ai motori il contenuto dell’immagine e la relaziona con l’argomento del post, anche qui andrà inserita la keyword di nostro interesse.

5 ) Non utilizzare troppi tag di argomento

Tags Topic servono per organizzare i contenuti del blog secondo macro argomenti, ma usati in maniera eccessiva, possono effettivamente risultare dannosi al fine dell’indicizzazione in quanto i motori potrebbero pensare ad una duplicazione di contenuto.

Ecco cosa consiglia la consulenza SEO: se si utilizzano troppi tag simili per lo stesso contenuto, sembrerà che si sta mostrando lo stesso contenuto più volte nel sito. Ad esempio, i tag a tema come "blog", " blogging" e "post sul blog" sono troppo simili tra loro per essere utilizzati sullo stesso articolo.

6) Inserire link interni

I link Inbound diretti ai nostri post mostrano ai motori la validità e la rilevanza del nostro contenuto. Lo stesso accade per i link interni che inseriamo nel nostro testo. Se ad esempio abbiamo scritto su di un argomento che viene sviluppato in altri aspetti in un altro post, in una pagina del nostro sito o in un nostro ebook, dovremmo, secondo una buona consulenza SEO, inserire il link a tali contenuti di approfondimento.

                                               

Topics: SEO, Blogging

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us