Cos'è il conversion rate optimization (CRO) e come funziona?

02.03.17 - Posted by Roberta

conversion rate optimization.jpg

CRO, conversion rate optimization, è l'insieme delle strategie studiate per migliorare la user experience offerta ai visitatori dei nostri canali online con lo scopo di far crescere la lead generation (o conversione visitatore anonimo-conosciuto) e, conseguentemente, il numero dei nostri clienti.

Generalmente quando si parla di CRO si fa riferimento all'ottimizzazione di una pagina web o di una landing page, perchè sono questi gli asset che più di altri contengono opportunità di conversione che vanno costantemente migliorate. Ma il conversion rate optimization può essere applicato anche ad esempio ad email e social media ed è spesso in relazione con il SEO.

Da anni gli algoritmi di Google si evolvono per offrire contenuti sempre più rispondenti alle necessità del singolo user. Questo significa che se qualcuno arriva al nostro sito attraverso una ricerca organica e converte, ci sono ottime probabilità che sia effettivamente interessato al prodotto/servizio che la nostra azienda offre. Quindi si può facilmente intuire l'importanza delle strategie di CRO.

Quali sono le migliori strategie massimizzare il nostro CRO- Conversion Rate Optimization? 

1) Studiare le heatmap per comprendere il comportamento dei visitatori

Le heatmap mostrano cosa stanno facendo i visitatori sul nostro sito. Tracciano come si muove il mouse sulla pagina web, dove cadono i click, quali sono i movimenti di scroll. Sono quindi un tool perfetto per comprendere cosa modificare per il CRO. Ci sono ad esempio elementi della pagina che ricevono molti click ma non sono cliccabili?

Heatmap.jpg

2) Definire il profilo delle nostre buyer persona

Non tutti i visitatori del nostro sito sono uguali: ciascuno può esprimere interessi e necessità differenti, trovarsi in diverse fasi del cammino verso la decisione d'acquisto (quello che l'inbound marketing chiama Buyer's Journey), o rappresentare priorità diverse per la nostra azienda. Se il nostro pubblico non rappresenta un gruppo omogeneo, le strategie di CRO dovranno essere studiate per ciascun profilo- buyer persona e non per un'ottimizzazione generica.

Se utilizziamo un sistema di marketing automation come Hubspot che permette la gestione di contenuti smart, cioè contenuti che si modificano a seconda del profilo del visitatore, sarà possibile migliorare la conversione creando contenuti targhettizzati e design specifici per ciascun profilo delle nostre buyer persona.

3) Ottimizzare i contenuti

  •  proponendo temi volti a soddisfare le necessità dei nostri potenziali clienti;
  • migliorando lo stile e adattandolo al contesto (sito web , blog, social media);
  • sfruttando le potenzialità dei contenuti visuali;
  • offrendo sempre contenuti educativi in download;
  • applicando A/B test per valutare quale testo e formato piace di più.

4) Ottimizzare il design

Anche il design delle pagine può essere migliorato per far crescere la conversione. Il Conversion rate optimization applicato al design valuterà layout, colori, spaziature, allineamenti, posizionamento delle call-to-action, ecc... Può bastare cambiare il colore di una call-to-action o il suo posizionamento per veder crescere il numeri della propria lead generation.

 

 

Topics: SEO, Strategie

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us