Come costruire un piano di article marketing in 4 step

04.08.14 - Posted by Roberta

article_marketing-1

Il nuovo imperativo del SEO e dell’Inbound Marketing è l’attenzione al contenuto: esso sta a fondamento di qualunque piano di marketing online di successo. Quello che risulta più complicato è costruire un piano di article marketing che sia davvero performante.

1. Definire la keyword strategy

Il primo step in un processo di article marketing è la ricerca delle keywords.

Il modo migliore per stabilire attorno a quali parole chiave sarà più efficacie costruire il nostro piano di article marketing è porsi la domanda: “quali termini utilizzano i miei potenziali clienti quando fanno ricerche in internet relativamente ai prodotti/servizi che la mia azienda offre? ”. Questa riflessione ci porterà a definire un elenco di keywords sulle quali impostare la nostra strategia di contenuto.

2. Definire titoli e argomenti

Prima di fissare qualunque titolo, è importante capire quale tipologia di headline porta il maggior numero di clicks. Il titolo dell’articolo è la prima cosa che i nostri contatti vedranno e, in base ad esso, decideranno se cliccare sul post, leggerlo e condividerlo. I titoli del genere “How to” , sono quelli che generalmente performano meglio: “5 consigli per…” , “Come…”,  “7 strategie vincenti per…” Ricercando quali parole chiave utilizza il nostro target, capiremo quali sono i topics su cui si concentrano gli interessi della nostra audience.

3. Ottimizzazione dei contenuti per il SEO

Questo è un importante step del nostro piano di article marketing e forse il più complesso. Gli algoritmi di Google sono in continua evoluzione e regole precise non ne possiamo fissare. Le ultime analisi mostrano che Google sta cambiando i suoi algoritmi per meglio adattarsi al linguaggio utilizzato da chi compie le ricerche in rete, questa è una buona notizia per l’article marketing perché il blog aziendale  ha una natura educativa, pensata per rispondere a domande e fornire informazioni. Rimane sempre valida la regola di inserire la keyword principale nel titolo, nella meta description, nell’alt text delle immagini e nel corpo del testo, senza però esagerare per non incorrere nel cosiddetto “keyword stuffing” . Google premia inoltre i links interni pensati per offrire l’opportunità ai lettori di approfondire i contenuti e i post che trovano buona eco sulle piattaforme social: quindi il consiglio è di programmare la pubblicazione dei contenuti anche sui profili sociali dove la nostra azienda è presente.

4. Ottimizzazione dei contenuti per la Lead Generation

La metodologia Inbound consiglia alcuni accorgimenti per favorire la lead generation  anche attraverso i post del blog: vale sempre la regola “la pagina che non offre occasione di conversione è una pagina inutile”.  Quindi i nostri post dovranno sempre contenere una call-to-action che offra ai lettori del contenuto di approfondimento in cambio della complilazione di un form in cui rilasciare i propri dati di contatto e i bottoni per la condivisione sui social media.

Topics: Blogging, Content Marketing

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

I posts più recenti

Follow Us