Cos’è l’engagement marketing e come funziona? Post. 2

27.06.17 - Posted by Roberta

 Turn Knowledge into action written on wipe board .jpeg

Ritorniamo a parlare di engagement marketing:

Come abbiamo spiegato nel post precedente, l’engagement marketing si focalizza sulla creazione di interazioni rilevanti con le persone, basandosi sul loro profilo e sul loro comportamento. Crea una comunicazione personalizzata che accompagna il potenziale cliente verso un obiettivo e per farlo utilizza creatività e dati numerici precisi.

Il fine dell'engagement marketing è costruire una relazione a lungo termine con il potenziale cliente e mantenerlo fedele nel tempo al nostro brand.

Per comunicare in modo efficace con il nostro target, dobbiamo tenere ben presente il suo buyer’s journey.

In ogni fase di questo percorso l’obiettivo è creare una comunicazione adeguata per spingere le lead verso la fase successiva di avvicinamento alla decisione d’acquisto. Per riuscirci serve una chiara conoscenza di questo cammino, una chiara chiamata all’azione per ogni fase e un percorso che leghi e coordini ogni attività di marketing verso il raggiungimento dell’obiettivo.

Possiamo ad esempio disegnare un’infografica rivolta a potenziali clienti che non necessariamente conoscono i prodotti/servizi che offriamo. L’obiettivo non è solo creare conoscenza del nostro brand, ma impostare una relazione. In questo caso la call-to-action potrebbe essere l’invito ad approfondire gli argomenti trattati nell’infografica. Se ad una fiera incontriamo un potenziale cliente che mostra curiosità verso ciò che facciamo, la call-to-action potrebbe essere l’invito a una demo di prodotto, mentre ad un cliente già acquisito potremmo mostrare i nostri nuovi prodotti e incoraggiarlo, attraverso un’attenzione particolare, a diventare evangelista del nostro brand.

Quale che sia la posizione del cliente nel suo buyer journey, il nostro obiettivo rimane quello di fargli fare un passo avanti.

Una piattaforma di marketing automation, come ad esempio Hubspot, mette a disposizione gli strumenti operativi per rendere tutto ciò non solo possibile ma anche facilmente scalabile. Potremo mandare la comunicazione alla persona giusta, giusta al momento giusto, misurarne con precisione l’impatto, e prendere decisioni data driven sulle azioni future avendo potuto valutare cosa funziona e cosa no.

I nostri clienti oggi sono ovunque, online e offline, si muovono velocemente da un canale all’altro, saltando da un’email a Facebook, al blog preferito, al nostro sito e di nuovo ai social media, utilizzando il device al momento più comodo.

Il marketing oggi non deve più accontentarsi di essere “multi-channel” ma deve impegnarsi a diventare “omni-channel”.

Per incontrare i potenziali clienti ovunque essi siano, dobbiamo riuscire ad offrire una customer experience integrata attraverso ogni singola piattaforma.

L’approccio dell’engagement marketing richiede lo studio di una customer experience capace di:

  • offrire una visione personalizzata per ogni singolo contatto (single customer view);
  • mantenersi coerente su tutti i canali in cui l’azienda comunica con la persona;
  • tenere conto delle sfumature di ogni singolo canale online;

Il tutto offrendo un messaggio unico.

Per passare da una comunicazione massiva ad una comunicazione one-to-one, e farlo bene, dobbiamo necessariamente affidarci alla tecnologia e alle piattaforme di marketing automation.

Topics: Strategie, Digital Engagement, Content Marketing

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us