Quando le Facebook Ads sono davvero efficaci?

20.05.14 - Posted by Elisa

1Facebook-ad

Parlando di best practices riguardo la pubblicità online, cos’è esattamente che rende le Facebook Ads efficaci? In primo luogo, prendiamo in considerazione come si misura solitamente il successo degli annunci online. In genere, gli annunci vengono valutati sulla base della percentuale dei click-through, anche se il monitoraggio avanzato degli annunci permette di misurare gli annunci per lead generation  o per numero di vendite.

Quindi, prima di dare un’occhiata alle Facebook Ads, esaminiamo rapidamente le migliori pratiche su AdWords, che è stato lo standard per tanti anni e poi le confrontiamo con Facebook. Per quanto riguarda la pubblicità su Google AdWords, per esempio, quelli che seguono sono i tre elementi fondamentali per ottenere alti click-through rates:

1) Pertinenza

Quando un utente digita una query specifica, idealmente, un annuncio efficace dovrebbe essere 100% rilevante per quella query. Così, per esempio, se cerco scarpe da ginnastica rosse, dovrei vedere i risultati della ricerca per scarpe da ginnastica rosse:

red_shoes

Date un'occhiata all'esempio precedente. I primi due risultati non hanno nemmeno risposto alle mie esigenze indicate nella query di ricerca. Il terzo si è avvicinato alla mia richiesta, mostrandomi un annuncio per scarpe da ginnastica rosse. Diamo uno sguardo alla landing page alla quale veniamo indirizzati...

lp_red_shoes

La landing page non mi fa vedere specificamente delle scarpe da ginnastica rosse. Un annuncio efficace dev’essere pertinente durante tutto il processo, dalla pubblicità alla pagina di destinazione, sia che si tratti di una Ad qualunque o di una Facebook Ads.

 2) Call-to-Action convincente

La call-to- action dell'annuncio dovrebbe generare un senso di urgenza nell’utente che lo motivi a fare clic. A tal proposito, AirCanada ha fatto un bel lavoro, pubblicizzando i prezzi dei voli della giornata provocando un senso irresistibile di urgenza per prenotare online subito.

cta_air_canada

3) Proposta di Valore

Perché dovrebbero gli utenti acquistare presso il vostro negozio online? Ci deve essere una proposta di valore ad incoraggiarli. Zappos fa un bel lavoro a riguardo, offrendo la spedizione gratuita ed una politica di ritorno di 365 giorni, che consente di risparmiare denaro e tranquillizzare i consumatori in caso di una eventuale restituzione. 

zappos

 La sfida con Facebook

Quando la nostra comunicazione vuole essere una Facebook Ad, le cose cambiano.

La differenza principale tra le Facebook Ads  e quelle su Google è che la strategia per la messaggistica su Facebook è del tipo push and pull. Su Google, gli utenti sono attivamente alla ricerca di qualcosa e poi navigano tra i risultati di ricerca per trovare il contenuto che meglio si adatta alle loro richieste.

Gli utenti sono su Facebook per socializzare, il che significa che l'elemento di perturbazione, quello pensato per catturare l’attenzione, deve entrare in gioco. Le Facebook Ads devono essere forti e catturare l'attenzione in modo da costringere gli users a smettere di fare quello che inizialmente si erano proposti di fare per prestare attenzione al nostro annuncio.

Per gli inserzionisti su Facebook, è una grande sfida.

Ecco perché per pianificare una Facebook Ad è ancora più importante prestare attenzione alle best pratcices che abbiamo indicato sopra, riguardanti la pertinenza, le calls-to-action e la proposta di valore oltre al fattore di distrazione.

Alcuni esempi di Facebook Ads:

1) Clairol

clairol

Pertinenza: La Facebook Ad di Clairol è stata mostrato ad un utente di sesso femminile sui 25 anni, quindi il targeting sembra essere chiaro.

Value Proposition: Il valore è molto chiaro, offre fino a 1.000 dollari ai 50 fortunati vincitori.

Call-to-Action: La call-to-action qui è un mix di offerte con l’invito "Enter Here": all'utente viene indicato quello che possono vincere e dove devono cliccare.

Fattore di Distrazione: La parte “forte”, quella pensata per catturare l’attenzione, è posizionata nella frase "ENTER HERE" tutta in maiuscolo. Un approccio apparentemente malvisto su AdWords; Tuttavia, su un sito come Facebook dove lo streaming è continuo, le lettere maiuscole funzionano bene per attirare l'attenzione. Non appena l'occhio cade sugli annunci, ovviamente c’è un'offerta che consiste in un premio in denaro che genera delle emozioni: una strategia raccomandata.

2) SERPS.com

serps

Pertinenza: questa Facebook Ad è stata mostrato a chi ha interesse nel marketing online, per il quale l'offerta SEO è sicuramente rilevante.

Value Proposition: il valore qui è molto chiaro: una prova gratuita di 14 giorni.

Call-to-Action: L'offerta propone, in soli 5 minuti, la possibilità di avere la dashboard SEO “dei vostri sogni”, e vi è una prova gratuita di 14 giorni.

Fattore distrazione: L'immagine mostra i grafici sotto la frase "la bacheca SEO dei tuoi sogni", il che aiuta ad attirare l'attenzione ed è poi ben seguita da "setup in 5 minuti" e dal bonus "di prova gratuita di 14 giorni".

 3.) Fiverr

fiver

Pertinenza: La Facebook Ad di Fiverr è stata mostrata ad un professionista del marketing online, quindi il targeting sembra ragionevole.

 

Value Proposition: La proposta di valore è ben indicata : Fiverr offre servizi di marketing all-in-one per soli 5 ​​dollari.

Call-to-Action: È una dichiarazione coraggiosa, ma questo è ciò che serve su Facebook per attirare l'attenzione, con la chiusura dell'annuncio con un "Check it Out Now!" utilizzando sia le maiuscole che un punto esclamativo!

Fattore di distrazione: Fiverr fa un ottimo lavoro sfruttando le immagini per quanto riguarda il suo logo. Il logo rosso brillante con un look quasi da zombie funziona, ed è quello che attira fortemente l'attenzione. Aiuta anche il fatto che le parole SEM e SEO sono entrambe in maiuscolo.

 4) Samsung Mobile

samsung

Pertinenza: Questa Facebook Ad è stata mostrata ad un marketer online sui 25 anni, quindi il targeting è molto ampio e potrebbe venire un po' più ristretto, limitandolo agli interessati agli smartphones, ma Samsung con questo annuncio sembra voler raggiungere un target più ampio.

Value Proposition: qui c'è una proposizione di grande valore, in quanto non solo Samsung prende il tuo vecchio telefono, ma ti da anche 300 dollari per l'acquisto di un nuovo telefono.

Call-to-Action: La call-to-action sembra essere il fulcro dell’intero annuncio: “Scambia il tuo vecchio telefono per $ 300 ed ottieni il nuovo Samsung S III”, mirando agli utenti che sono piuttosto in basso nel funnel di vendita e alla ricerca di un nuovo telefono cellulare o più specificamente di un nuovo telefono Samsung.

Fattore di distrazione: La distrazione qui è una combinazione della parte visiva e dei $ 300. Ci sono 4 telefoni presenti nell'immagine con colori vivaci per attirare l'attenzione e poi immediatamente dopo un call-out di $ 300, che attrae gli utenti con una proposizione di valore.

 

 

 

Topics: Digital Engagement, Facebook, Search Advertising

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

I posts più recenti

Follow Us