Come fare Inbound Marketing

02.12.13 - Posted by Elisa

come_fare_inbound_marketing

L’Inbound Marketing è una materia piuttosto giovane e in continua evoluzione, c’è moltissimo da imparare. A chi ci chiede come fare Inbound Marketing, rispondiamo che il primo passo è far proprio il concetto di “permission marketing”, cioè un modo di fare comunicazione nel quale si avvicina il proprio target chiedendo sostanzialmente il permesso di poter comunicare con esso. L’unico modo per ottenere questo permesso è quello di avere qualcosa di rilevante da dire al proprio pubblico di potenziali clienti, qualcosa che effettivamente soddisfi le loro necessità e interessi, un approccio lontano dalle tradizionali tecniche di outbound marketing finalizzate a spingere con ogni mezzo la conclusione di una vendita.

Fare Inbound Marketing significa anche definire una precisa roadmap capace di mettere in evidenza con precisione tutte le attività necessarie a rendere la strategia efficacie e scalabile.

Questa roadmap si articolerà attorno a quattro fasi che si pongono alla base della strategia Inbound.

Fase 1 – Studiare il proprio target & creare il Gameplan.

Per fare Inbound Marketing il primo step è quello di imparare a conoscere il proprio target. Sarà importante capire chi sono le nostre “Buyer Personas”, qual’è il loro comportamento d’acquisto tipico, dove cercano informazioni per risolvere le loro criticità, su quali canali sociali sono più frequentemente presenti, ecc… Sarà importante confrontarsi con il sales team interno per capire quali risposte e quali obiezioni i clienti più frequentemente espongono, quali sono le problematiche che tipicamente devono risolvere, attraverso quali asi generalmente arrivano alla decisione d’acquisto, ecc.. Identificheremo così dei profili secondo i quali potremo segmentare il nostro database di contatti e capiremo con quali argomenti potremo avvicinare il nostro target.

Fase 2 – SetUp.

Una volta che avremo definito chi è la nostra audience e con quali argomenti dobbiamo comunicare con essa, per fare Inbound Marketing sarà necessario predisporre tutta una serie di strumenti operativi. Per prima cosa sarà necessario ottimizzare il website aziendale. Non dobbiamo pensare al nostro sito internet come una vetrina o una brochure dei nostri prodotti/servizi, il sito internet deve essere pensato come uno strumento centrato sulle necessità dei nostri potenziali clienti, dove ogni pagina comprenderà una serie di calls-to-action per spingere il potenziale cliente a “convertire” cioè a lasciarci i suoi dati di contatto. Il nostro sito internet dovrà diventare una “lead machine”. Oltre al nostro website dovremo predisporre ed ottimizzare anche tutti gli altri canali web attraverso i quali potremo comunicare con le nostre leads: canali social, email, blog, newsletters, ecc… Per fare Inbound Marketing sarà poi necessario attivare una piattaforma di marketing automation, come ad esempio Hubspot, per gestire il nostro marketing database, per tracciare il comportamento del nostro target, per automatizzare tutte le attività di blogging e messaggistica con i nostri potenziali clienti.

Fase 3 – Portare a regime il sistema.

Una volta che il setup sarà completato, per fare Inbound Marketing dovremo porre la massima attenzione alla creazione di contenuti rilevanti per le necessità del nostro target, contenuti che dovremo puntualmente promuovere su tutti i canali web dove la nostra azienda è presente (sito aziendale, social networks, blog, ecc…) e ovviamente giocare su quelle keywords che ci permetteranno il miglior posizionamento tra i risultati di ricerca. Fare Inbound Marketing significa applicare una metodologia precisa che comprende anche campagne di email marketing targettizzate secondo il profilo dei nostri possibili clienti, finalizzate al lead nurturing , cioè al mantenere vivo l’engagement delle nostre leads ma anche dei clienti già acquisiti con la nostra azienda, proseguendo nel tempo con una comunicazione che fornisca contenuti che da un alto risolvono le necessità del nostro pubblico e dall’altro posizionano la nostra azienda come leader affidabile ed esperto del proprio settore.

Fase 4 – Analisi & Miglioramento per generare successivi processi di marketing automation.

Una volta che la macchina Inbound è partita, la quarta fase del fare Inbound marketing prevede l’analisi e il miglioramento di quanto man mano si è fatto e si va facendo. Ogni strategia, ogni attività svolta sarà monitorata dalla piattaforma di marketing automation e almeno una volta al mese sarà importantissimo analizzare i reports che ci vengono forniti. Fare inbound Marketing significa assegnare numeri precisi a tutto ciò che si fa. Del nostro website valuteremo le performaces di ogni singola pagina, dei social medias considereremo l’engagement di ogni post che abbiamo pubblicato, di ogni campagna email analizzeremo tassi di apertura e click through rates, del nostro blog capiremo quale articolo ha avuto più successo. L’Inbound marketing è una metodologia che si basa un’analisi minuziosa delle strategie con l’obiettivo di retroalimentare, correggere e migliorare constantemente le proprie azioni.

Topics: Digital Engagement, HubSpot, Blogging, Marketing Automation, Content Marketing, Inbound Marketing

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us