Marketing strategico: 6 metriche che ogni marketer dovrebbe controllare

11.09.14 - Posted by Elisa

marketing_strategico

Pensare in termini di marketing strategico significa tracciare ed analizzare  i dati per migliorare costantemente le proprie strategie future, raggiungere gli obiettivi più rapidamente e, soprattutto, prendere decisioni informate, basate cioè non su sensazioni ma su metriche certe. I dati che possiamo tracciare sono però molti e la domanda ricorrente è: “da dove iniziare?” 

In questo post analizzeremo alcune delle metriche più importanti che, per migliorare il nostro marketing strategico inbound, andrebbero controllate regolarmente, anche su base settimanale.

1) Visualizzazione dei post

Tracciare il numero di visite raccolte da ogni post è un ottimo modo per avere un feedback immediato sull’andamento del nostro blog aziendale. Se siete clienti HubSpot, potete facilmente trovare questa informazione nella pagina “Page Performance”. Qui è possibile confrontare, dato un definito intervallo di tempo,  le performances di ciascun post e quindi capire quali temi effettivamente hanno riscosso maggior successo e hanno portato il maggior numero di visite al sito aziendale e quindi decidere su quali topics conviene investire nel futuro del nostroInbound Marketing .

Integrate_Analytics

 2) Clickthrough rate delle Call-To-Actions

HubSpot  ha un tool dedicato che ci permette di tracciare la performance di ogni singola CTA: visualizzazioni, click throught rate, percentuale di submissions . Possiamo poi fare un passo oltre e tracciare l’andamento delle smart CTA (che permettono di mostrare ai visitatori bottoni o links differenti a seconda della loro posizione nel funnel di vendita, cioè, ad esempio: se un visitatore ha scaricato l’ ebook “X”, quando tornerà sul nostro sito non troverà più la CTA “scarica l’ebook X”, ma la CTA “scarica l’ebook Y”, pensata per approfondire il tema dell’ebook precedentemente scaricato).  Anche in questo caso le metriche ci forniranno dati importanti per migliorare la strategia del nostro marketing: potremmo capire in quale posizione una CTA performa meglio, quale design ha più successo, quale contenuto è più scaricato, ecc…

cta

3) Social Media Reach

Tracciare l’andamento dei dati associati ai social media ci permette di capire qual è il ROI che possiamo associare ad essi valutando il social reach, quante leads e quante visite al nostro sito hanno prodotto i contenuti postati su ciascuna piattaforma.

Social_Reach

4) Clickthrough rate delle emails

Questo è un altro dato fondamentale per migliorare  il nostro marketing strategico, ma, attenzione, in questo caso il dato più importante non è quante persone hanno aperto le nostre emails, ma piuttosto quanti clicks sono arrivati al contenuto proposto dall’email, attraverso la CTA o il link contenuto. Controllare ogni settimana questo dato ci darà il senso di ciò che la nostra audience gradisce ricevere. A volte i contenuti hanno delle performances differenti a seconda del canale attraverso il quale vengono distribuiti, quindi sperimentare e tracciare i risultati può rivelarsi molto utile, soprattutto utilizzando il sistema dell’A/B test.

Evaluate_Sends

5) Tasso di conversione delle landing pages

Certamente questo è il dato più interessante: la lead conversion, cioè quanti visitatori si sono trasformati in leads rilasciandoci i loro dati di contatto attraverso la compilazione di un form posizionato su una landing page. Il tasso di conversione delle nostre landing pages determina quante leads il nostro marketing strategico è in grado di generare.

I reporting tools di HubSpot permettono di misurare in maniera assolutamente semplice il successo di ciascuna landing page: il numero di visite, la percentuale di conversione di ciascuna landing page, e se le leads generate sono diventate successivamente clienti. Quali landing vengono più viste? Qual è il contenuto di queste pagine? La form è ottimizzata per il nostro tipo di audience? A quale lista di contatti è stata inviata la landing page? Identificare quali attributi fanno il successo di una landing page ci aiuterà a migliorare le nostre strategie.

6) Fonti di traffico

E’ importantissimo scoprire chi visita il nostro sito e come lo ha trovato. Utilizzando un report dedicato alle fonti di traffico possiamo capire quale campagna di marketing ha generato il ROI maggiore. Questo report è in grado di mostrare i dati relativi ad ogni canale marketing che stiamo utilizzando online e farci capire da dove arriva la percentuale maggiore di visitatori.

  • Ricerca organica: visite al nostro sito provenienti da ricerche svolte sui motori di ricerca (Google, Yahoo, ecc.)
  • Referrals: visite al nostro sito provenienti da links inbound o altri websites
  • Social Media: visite al nostro sito provenienti dai siti social media (Facebook, Twitter, LinkedIn,   ecc.)
  •  Email Marketing: visite al nostro sito provenienti dale emails che abbiamo inviato
  •  Paid Search: visite al nostro sito provenienti da campagne pay per click effettuate sui motori di ricerca o su altri providers
  • Traffico diretto: visite al nostro sito provenienti da chi ha inserito nel browser il nostro indirizzo internet
  • Altre campagne: visite al nostro sito provenienti da una singola URL che vogliamo tracciare
Le nostre decisioni di marketing strategico si dovranno sempre focalizzare sul far crescere i vari canali di traffico sperimentando e apportando gli aggiustamenti necessari.

 sources_graph

sources-1

Topics: HubSpot, Marketing Analytics

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us