Perché il  content marketing è il motore della lead generation?

21.11.15 - Posted by Elisa

content-marketing-e-lead-generation.jpg

I vecchi tempi della pubblicità “push” sono ormai definitivamente tramontati. La filosofia dell’Inbound Marketing , da tempo affermata nel mondo anglosassone, sta prendendo sempre più piede anche in Italia. L’attenzione del nostro pubblico non può più essere “comprata”, ce la dobbiamo “guadagnare”.

Le strategie di lead generaton devono tenere il passo ed adeguarsi alle nuove esigenze dei consumatori.

Il primo step di questa evoluzione passa attraverso la creazione di contenuti di valore e il secondo attraverso l’uso di tale contenuto per convertire i visitatori in leads.

Il contenuto di valore è il vero protagonista del processo di lead generation.

E' infatti il contenuto che, seguendo la metodologia inbound marketing, viene potenziato dall’associazione ai tool utili per generare traffico: il blog aziendale, SEO, PPC, e social media. Ricerche confermano che la domanda di content creation dal 2013 ad oggi è cresciuta di oltre il 70% e il trend non pare arrestarsi. La creazione di contenuto di valore no solo è la chiave per la lead generation (le aziende che utilizzano i contenuti per fare marketing generano oltre il 60% di lead in più), ma anche per posizionare la propria azienda come “educational leader” del proprio settore, cioè il punto di riferimento.

Usare il contenuto per catturare le lead: i lead magnet

Il processo di conversione visitatore sconosciuto-lead richiede un certo livello di ottimizzazione. Sfortunatamente molto spesso rileviamo un notevole gap tra la fase di generazione del traffico e quella della lead generation che spesso si traduce in visitatori che non torneranno al sito aziendale (o agli altri canali online dove l’azienda è presente) in quanto questo non offre loro valide ragioni di conversione. L’inbound marketing propone l’utilizzo dei cosiddetti “lead magnet”, oggetti che offrono qualcosa di valore al visitatore in cambio del rilascio dei suoi dati di contatto.

  • Ebook
  • Webinars
  • Free trial
  • Colloquio con un esperto
  • Training Video

Sono tutti esempi di lead magnet, cioè contenuti educativi gratuiti pensati per soddisfare specifiche esigenze del target e per ottenere i loro indirizzi email ed educarli riguardo al proprio business.

La lead generation prosegue poi con l’utilizzo di landing pages ottimizzate secondo le regole inbound marketing.

Ognuna di esse deve essere “portatrice” di una singola call-to-action: invece di “travolgere” il proprio target con una quantità di informazioni sul proprio business e tutti i prodotti/servizi offerti, è molto più utile restringere il campo ad un unico obiettivo. Meglio tagliare ogni informazione non necessaria alla campagna e offrire quello che si è promesso. Se ad esempio diciamo “clicca per ottenere lo sconto del 50% sull’acquisto del prodotto xy”, nella landing page dovremo subito rassicurare il contatto che compilando il form otterranno esattamente quello che si è promesso, riportando l’immagine di ciò che si offre ed utilizzando gli stessi termini.

Topics: Content Marketing, Lead Generation, Landing Pages

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us