Come personalizzare le landing pages con i contenuti smart

13.11.14 - Posted by Elisa

landing_page_personalizzazione

Non tutte le persone sono uguali, non tutti i visitatori del nostro website sono uguali…

In realtà il pubblico dei nostri potenziali clienti è composto da differenti profili, che l’Inbound Marketing definisce “buyer personas” (rappresentazioni fittizie dei clienti basate su dati reali e personali -età, titolo di studio, sesso, stato sociale, interessi, motivazioni, preoccupazioni, ecc…- e dei loro comportamenti online). Quando le differenti  buyer personas arrivano sul nostro sito aziendale, ognuna avrà un suo particolare interesse da soddisfare e allora, perché dobbiamo avere un solo messaggio per tutto il nostro pubblico? Un’esperienza di navigazione personalizzata aumenta il numero delle conversioni e la probabilità che le leads diventino clienti. Hubspot ha introdotto la funzione “smart content” per permettere la personalizzazione di ogni elemento del website in modo che le aziende possano mostrare ad ogni singolo visitatore il contenuto giusto al momento giusto.

Vediamo ad esempio come possiamo personalizzare le landing pages utilizzando lo smart content ed aumentare la lead generation del nostro sito web.

1. Mostrare contenuto rilevante per ogni potenziale cliente

Il contenuto che proponiamo ai nostri visitatori deve dipendere dalla posizione che occupano nel cosiddetto “buyer’s journey” -il processo che va dallo stadio di presa di coscienza di una necessità alla decisione di acquisto. Offrire una demo di prodotto ad una persona che semplicemente si sta rendendo conto di avere una necessità da soddisfare potrebbe essere assolutamente controproducente.

Scegliendo l’opzione “lifecycle stage” possiamo differenziare il contenuto delle landing pages che proporremo ai nostri visitatori sulla base dello stadio decisionale in cui si trovano.

 Smart-Content-Options

Immaginando ad esempio di essere un’azienda che vende software dedicato a soluzioni di scheduling e time management creeremo le seguenti landing pages:

  • il nostro contatto è una lead/nella fase presa di coscienza, il sistema lo indirizzerà alla landing “incrementare le entrate utilizzando il proprio tempo in modo più efficiente”;
  • se invece il visitatore è una marketing qualified lead nello stadio “considerazione”, gli verrà mostrata una cta che lo conduce alla landing page: “ oltre 5.000 aziende hanno risparmiato 8 ore alla settimana utilizzando il nostro software”;
  • ed infine se verrà riconosciuto come sales qualified lead in fase decisionale, vedrà: “contattaci per fissare una call con un nostro esperto”.

2. Personalizzare per i diversi devices

Le nostre buyer personas possono “guardarci” attraverso differenti devices: pc, tablet, smartphone… sarà quindi importante ottimizzare le nostre landing pages per smartphones e tablet. Prima di tutto evitiamo delle landing pages “pesanti”, cioè che impiegano troppo tempo a carcarsi: chi ci legge dal telefonino si aspetta una pagina che si carica in pochi secondi, eliminiamo quindi video o immagini pesanti, rendiamo le nostre pagine “responsive” che cioè si adattano alla dimensione di qualunque schermo ed evitiamo di scrivere troppo, solo i concetti più rilevanti e mettiamo la call-to-action ben in evidenza.

3. Personalizzare in base alle liste

Immaginiamo di dover promuovere un evento, una fiera, il lancio di un nuovo prodotto o un annuncio alla stampa. Utilizzando lo smart content, possiamo creare una lista solo alla quale mostrare una landing page particolare, come ad esempio un’offerta per chi si registra per l’evento.

Queste sono solo alcune idee di come sia possibile sfruttare questa funzione per potenziare le performance delle nostre landing pages.

Topics: Buyer Personas, Landing Pages

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us