Ridisegnare il sito web: ecco perché ti serve una consulenza SEO

16.04.15 - Posted by Elisa

consulenza-seo-website-redesign

Il sito aziendale è lo strumento cardine della comunicazione online delle aziende. Se consideriamo che oggi, nell’era di internet, oltre l’80% delle decisioni d’acquisto parte da una ricerca in rete, capiremo bene quanta attenzione dobbiamo applicare al momento di ridisegnare il nostro website. E farlo non è solamente un esercizio di estetica. L’Inbound Marketing considera il website una “lead machine”, una macchina per generare leads, superando ampiamente il vecchio concetto di sito “vetrina”.

 

La consulenza SEO dovrebbe sempre essere parte della strategia di progetto del redesign di un sito.

Il sito serve infatti alle aziende per offrire ai visitatori una buona ragione per convertire in leads rilansciando i propri dati di contatto ed andando così a popolare il database di marketing. Se il website, seppur esteticamente molto curato, non è visibile online, la sua utilità resta quella di una bellissima vetrina locata però nelle vie meno trafficate della città. Ecco perché serve fin dall'inizio del progetto una consulenza SEO.

Solo un sito ben ottimizzato per il motori di ricerca potrà essere trovato dai nostri potenziali clienti.

Spesso infatti le aziende incominciano a pensare al SEO in fase avanzata di progetto, quando il sito è quasi pronto, mentre invece la consulenza SEO dovrebbe essere parte della strategia di progetto. Bisognerebbe partire da un’analisi dei numeri del website esistente: quante visite/visitatori unici registra? Quali sono le keywords che meglio performano in termini di traffico, posizionamento sui motori e lead generation? Quanti links inbound raccoglie? Quante pagine sono indicizzate?.... Solo avendo a disposizione queste informazioni potremo fare scelte consapevoli sul redisign del nostro sito.

Inoltre una buona consulenza SEO non potrà prescindere dall’analisi delle keywords.

Sebbene oggi non sia più buona regola riempire le pagine web di keywords, esse rimangono altamente rilevanti. Quindi sarà necessario conoscere quali più frequentemente utilizzano i nostri potenziali clienti e intorno ad esse costruire i contenuti del nostro sito. Questo richiede un’analisi accurata  utilizzando i giusti tools: Hubspot, ad esempio, mette a disposizione il “keyword tool” che permette di conoscere per ogni parola chiave il volume di ricerca mensile, il nostro posizionamento nei risultati di ricerca, e assegna un valore numerico allo sforzo necessario per arrivare in prima pagina su Google. Ogni pagina andrà ottimizzata in base alla keyword di riferimento posizionandola in modo naturale all’interno del testo, ma senza dimenticarsi l’alt -text delle immagini (Google non vede le immagini ma ne legge l’alt –text), nel titolo, nella url, nella meta description. Inoltre dobbiamo tener conto che oggi la gente si collega ad internet sempre più spesso  attraverso il proprio smartphone. Una consulenza SEO seria vi proporrà di ottimizzare il vostro sito per tutti i device, rendendolo “responsive”, cioè capace di adattare la pagina web  a qualunque dimesione di schermo, poiché Google premia con un miglior posizionamento  i website “mobile friendly”.

Topics: SEO, Web Redesign

Rhei-diamond-1.png

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us