6 steps per creare una strategia web marketing inbound

02.09.14 - Posted by Roberta

strategia_web_marketing

Step1: fissare gli obiettivi

Il primo step per creare una strategia web marketing inbound è definire i propri obiettivi di marketing.

Fisseremo quindi una roadmap che definirà le azioni, da intraprendere passo dopo passo, per passare dalla situazione attuale del nostro business al raggiungimento degli obiettivi scelti. Definiremo anche i KPIs da tenere sotto controllo durante questo percorso per capire come sta procedendo la nostra campagna Inbound Marketing . Nel ragionare sui nostri obiettivi, al fine di fissare goals realistici ed effettivamente raggiungibili, sarà utile analizzare cosa stanno facendo i nostri competitors, come si sta muovendo il settore di mercato in cui la nostra azienda opera e come siamo posizionati in esso.

Step2: farsi trovare

-Buyer Personas

Dovremo iniziare ragionando sulle nostre “buyer personas”. La metodologia inbound definisce “buyer persona” il ritratto fittizio delle diverse tipologie dei nostri clienti: ogni azienda avrà delle diverse figure di cliente con necessità e priorità differenti e quindi, a ciascuna di esse sarà opportuno proporre la nostra offerta  in modo differente. La definizione delle buyer personas sta alla base della creazione di ogni strategia web marketing inbound.

-Keywords

Una volta raggiunta la piena comprensione di chi sia effettivamente il nostro target, sarà importante ragionare su quale sia il suo comportamento online e quindi, in prima analisi, quali parole chiave –keywords- utilizza quando compie ricerche in rete per risolvere problematiche che prodotti o servizi simili al nostro possono risolvere. Attraverso questa ricerca potremo conoscere quali parole chiave e frasi utilizza il nostro target ed impostare di conseguenza il nostro piano di contenuti per attrarre visitatori qualificati al website aziendale.

- SEO onsite

La strategia web marketing inbound comprende ovviamente anche l’ottimizzazione SEO del sito aziendale, cioè di tutti quei fattori che influenzano il posizionamento di ciascuna pagina web sui motori di ricerca.

- Calendario editoriale

Prima di incominciare le nostre campagne di blogging, dovremo fissare un calendario editoriale per assicurarci che la nostra strategia web marketing comprenda su base regolare la pubblicazione e la promozione dei contenuti.

- Scrittura dei post e pubblicazione

L’attività di blogging si pone alla base del portare traffico qualificato (cioè effettivamente interessato ai nostri prodotti/servizi) al sito aziendale. Il segreto è creare del contenuto centrato attorno alle necessità di ciascuna buyer personas e attorno ai principali topics del proprio settore aziendale. Mantenere un blog attivo, popolato da contenuti freschi e rilevanti è una priorità fondamentale della strategia web marketing, poiché sarà principalmente attraverso il blogging che porteremo traffico al sito: maggiore la frequenza di pubblicazione dei post, maggiore il numero di visitatori che arriveranno al nostro website.

- Pay-Per-Click

Le campagne PPC ci permettono di mostrare la nostra offerta a quell’audience che sta cercando online prodotti o servizi della nostra categoria. Per le campagne PPC potrà valer la pena, a seconda dei casi, considerare oltre ai motori di ricerca anche le campagne a pagamento sulle piattaforme social media.

-Social Marketing

I social media  sono le piattaforme ideali su cui condividere i nostri contenuti perché sicuramente moltissimi nostri potenziali clienti sono attivi su almeno una di esse. Pubblicare sui social media significa raggiungere il nostro target attraverso una modalità multicanale: Facebook, Twitter, Google+, LinkedIn sono oggi un importante mezzo per portare traffico qualificato al nostro sito aziendale, quindi è fondamentale scegliere con cura i contenuti che dedicheremo al social marketing, essere attivi costantemente sui profili social ed impegnati a creare engagement con i nostri followers.

Step 3: Lead Generation

-Produzione dei contenuti premium

I contenuti premium sono un elemento importante per la strategia web marketing inbound, in quanto pensati per convertire i visitatori del sito aziendale in leads (lead generation ). Non sono altro che un’offerta contenente valore informativo interessante per le nostre buyer personas, le quali saranno disposte a compilare un form in cui ci rilasceranno i loro dati di contatto per avere accesso a tali contenuti. Esempi di contenuto premium sono: eBooks, Webinars, Whitepapers, Case Studies, ecc.

-Design delle Landing Pages

I contenuti premium verranno offerti al target attraverso delle landing pages. Una buona landing page deve rispettare alcune fondamentali regole di design utili a favorire la conversione e sempre contenere una call-to-action che inviti il visitatore a compiere l’azione che desideriamo.

Step 4: Acquisire i clienti

-Allineamento Marketing-Vendite

Integrare il CRM con la piattaforma di marketing automation ci permetterà di fornire al nostro sales team informazioni utili per contattare le leads in modo più efficace. Un sistema di marketing automation quale HubSpot  ci permette, tra le altre cose, di tracciare ogni azione che una lead compie sul nostro website, i risultati delle campagne di email marketing e le interazioni sui social media. L’integrazione di tutti questi dati fornirà al reparto vendite dati fondamentali per contattare ciascuna leads conoscendone a priori gli interessi e le necessità.

-Lead Nurturing

Secondo la strategia web marketing inbound, il modo migliore per far scendere una lead verso il fondo del nostro sales funnel, è utilizzare delle campagne di lead nurturing. Queste si appoggiano a dei workflows che ci permettono di generare automaticamente dei trigger che lanciano specifiche emails di follow-up, conseguenti all’azione che ciascun contatto ha compiuto sui canali online. Queste azioni sono finalizzate ad educare sempre più dettagliatamente i prospect riguardo alle specificità della nostra offerta e spingerle, attraverso un’acquisizione progressiva di fiducia, verso il contatto diretto con il sales team e quindi la decisione di acquisto.

- Workflows

I workflows sono molto di più di un semplice strumento di lead nurturing. Ci permettono di automatizzare i processi di marketing e far muovere le leads nel funnel di vendita in modo efficiente. Utilizzando i workflows si possono automatizzare azioni quali l’invio di marketing emails, cambiare le proprietà dei contatti, inviare email interne di notifica, e molto altro ancora, offrendo così ai marketers lo stesso tipo di automazione che un sofisticato sistema di CRM offre ai sales, chiudendo il gap tra i due processi.

-Closed-Loop Reporting

Questo tipo di report da ai sales l’opportunità di riferire sul risultato delle azioni compiute nel riguardo delle leads fornite loro dal marketing. Questo mette nella condizione di meglio valutare il risultato delle campagne di marketing e migliorare le azioni future.

Step5: Fidelizzare i clienti.

La strategia web marketing inbound, non si conclude con l’acquisizione del cliente, ma prevede di stabilire con esso una relazione duratura. Dopo aver utilizzato la metodologia inbound per catturare leads e trasformarle in clienti, la nostra strategia si focalizzerà sul trasformare i clienti in sostenitori e promotori del nostro brand. Tra le azioni utili a fidelizzare i clienti indichiamo i programmi di aggiornamento sui prodotti, newsletters customizzate secondo il profilo del cliente, tutto ciò insomma che concorre a mantenere vivo l’engagement con la nostra azienda, mantenendo alta la coscienza del nostro brand nelle menti dei nostri customers.

Step6: Analisi

-Marketing Benchmarks

Secondo la strategia web marketing inbound, mantenere sotto costante analisi i propri benchmarks è fondamentale.

-Analisi Onsite

E’ anche importante analizzare costantemente la performance del nostro sito, valutando costantemente l’andamento del posizionamento delle keywords, il traffico organico, le conversioni, l’ottimizzazione SEO, la performance del blog, le page performance, i click-through-rates delle emails, ecc…

-Analisi Offsite

Va di pari passo con l’analisi onsite. E’ la misurazione e l’analisi della presenza online dell’azienda a prescindere dal proprio website: campagne PPC, account social media e campagne a pagamento sui social media.

-Report mensile

Da ultimo, la strategia web marketing inbound prevede un’analisi di dettaglio dell’andamento della roadmap fissata per il raggiungimento degli obiettivi fissati. Lo scopo è ottimizzare costantemente la performance delle azioni di marketing e migliorare il livello di collaborazione e comunicazione tra il team di marketing e quello di vendita.

 

 

 

Topics: Strategie, Digital Engagement, Inbound Marketing

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us