Strategie di Social Media Marketing: come avere successo

24.07.13 - Posted by Roberta

strategie di social media marketing

Le Strategie di Social Media Marketing sono oggi sempre più importanti. I marketers che sanno utilizzare i social media per distribuire i loro contenuti aziendali e far crescere gli influencers del loro brand, hanno sperimentato una reale crescita del loro business.

Le Strategie di Social Media Marketing danno la possibilità ai clienti attivi o potenzialmente attivi di comunicare direttamente con le varie figure aziendali online e la conseguenza diretta è vedere crescere velocemente lo share dei contenuti interessanti.

6 consigli per avere successo con le Strategie di Social Media Marketing:

1. Monitorare i Social Media

Un aspetto importante delle strategie di social media marketing è conoscere ciò che viene detto online del proprio settore e capire quando è il momento di intervenire direttamente nelle conversazioni.

Esistono alcuni tools fondamentali per le strategie di social media marketing, si tratta di applicazioni che possono aiutarci a monitorare con facilità tutto ciò che viene detto sulla nostra azienda e sul nostro settore sulle varie piattaforme social media:

  1. Google Alerts: vale la pena installare Google Alerts per la nostra azienda, brand, prodotti, leaders, terminologie di settore, ecc. Gli alerts (avvisi) verranno inviati direttamente alla nostra casella email con la frequenza che noi indicheremo. Tracciare ogni riferimento venga fatto al nostro brand e alle keyword per noi importanti su tutta la rete, sui siti di notizie, nei blogs ecc.. è importantissimo nell'ottica delle strategie di social media marketing.
  2. Twitter: Twitter può venir monitorato attraverso Twitter Search or HootSuite.
  3. Facebook Insights: Facebook offre Facebook Insights Dashboard per monitorare la propria fan page. (sul lato sinistro della sidebar quando siamo sulla nostra pagina come amministratori). Questo strumento mostra la crescita dei fans, le pagine viste, le interazioni e l’engagement.

2. Utilizzare Twitter per il nostro Business

Come sappiamo, Twitter è un social media dove gli users condividono messaggi brevi, max 140 caratteri. Gli users "follow" (seguono) gli uni gli altri e ricevono messaggi attraverso i diversi devices (computers, smartphones, ecc.). Come già detto, per monitorare Twitter consigliamo di usare il tool gratuito, Twitter Search, che permette di trovare ogni menzione fatta sul nostro business, sui nostri competitors, sul nostro settore.

Capire come e se la gente parla di noi può fornirci importanti informazioni. Se decidiamo che Twitter può essere utile alla nostra azienda, ecco alcuni consigli per creare un account per il nostro business:

  1. Utilizzare il nome della nostra azienda come Twitter username.
  2. Utilizzare il logo aziendale o una fotografia di chi gestisce l’account come immagine del profilo.
  3. Creare un background che fornisca maggiori informazioni sulla nostra azienda.
  4. Utilizzare Advanced Twitter Search per capire chi sono gli influencers del nostro settore e i potenziali clienti che vale la pena seguire.

3. Utilizzare Facebook per il nostro business

Con oltre un bilione di utenti, Facebook è diventato il maggior player nell’industria dei social media. Per quanto non sia in assoluto una strategia adatta a qualsiasi business, sicuramente una presenza minima in Facebook, con una pagina aziendale adeguata in sinergia con il blogging e il SEO, sono un prerequisito per ottenere risultati rilevanti con il web marketing inbound. Pensando alle strategie di Social Media Marketing, Facebook può essere utile come piattaforma per creare una comunità di sostenitori del nostro brand, capace di potenziare il passaparola (word-of-mouth marketing). Il primo step è creare una pagina aziendale.

4. LinkedIn: il Social Network per professionisti

LinkedIn è un network con oltre 200 milioni di business users di cui più di 1 milione di profili può essere una risorsa importante. Per impostare delle strategie di Social Media Marketing che comprendano LinkedIn, è necessario impostare un profilo personale e uno per la nostra azienda. Nel farlo bisogna ricordare di includere tutte le informazioni più importanti, tra cui il proprio website e la URL del blog. E’ anche importante dedicare tempo a descrivere in modo accurato la propria esperienza personale, le proprie conoscenze, le proprie passioni.

5. I gruppi di LinkedIn

Una volta creato il nostro profilo, LinkedIn offre due strumenti particolarmente utili alla strategie di social media marketing della nostra azienda . Il primo sono i Gruppi. LinkedIn permette ai suoi users di creare e partecipare a discussioni intorno a temi topici. I gruppi sono una potenziale via di connessione tra chi si occupa di settori uguali o affini ed un ottimo luogo dove condividere importanti contenuti del blog.

6. LinkedIn Answers

Il secondo strumento , LinkedIn Answers, ci permette di rispondere a persone che pubblicamente espongono le loro problematiche di business. Identificare le domande e rispondere ad esse con dei contenuti o con un nostro articolo di blog può fornire importanti oppurtunità di marketing e generare traffico qualificato al nostro blog e quindi leads qualificate per la nostra azienda.

Se vuoi approfondire il tema delle strategie di social media marketing ti consigliamo di scaricare il nostro ebook gratuito dedicato al social media lead management. In questo ebook, abbiamo raccolto importanti indicazioni su come gestire i flussi d’informazioni che arrivano dai social media e su come ottimizzare le attività di segmentazione e nurturing sui contatti che provengono da questi canali.

Topics: Social Media, Web Marketing, Content Marketing

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us