Trucchi SEO: i links inbound

15.07.14 - Posted by Elisa

trucchi_SEO

SEO significa “Search Engine Optimization” e i trucchi SEO hanno l'obiettivo di migliorare la posizione di un sito nei risultati dei motori di ricerca e assicurare maggiore visibilità per le ricerche relative al brand e al prodotto o servizio offerto dall’azienda. Molti sono i trucchi SEO utili a migliorare la visibilità delle pagine del website, scegliere le giuste keywords, ottimizzare il  sito, identificare le migliori opportunità per ottenere dei links.

Uno dei trucchi SEO più importanti, utile per portare traffico al sito e migliorare la propria SERP, è ottenere un alto numero di links inbound.

Esistono differenti tipologie di collegamenti ipertestuali: interni, outbound e inbound. Tutti sono importanti, ma soprattutto lo sono quelli inbound, quelli cioè provenienti da altri siti e indirizzati al nostro sito. Gli outbound sono invece collegamenti tra due siti, mentre quelli interni si riferisco a indirizzamenti ad altre pagine dello stesso sito o articoli del blog di tale sito.

Perché i trucchi SEO volti ad ottenre links inbound sono importanti?

SEO -Search Engine Optimization:

I website che ricevono molti indirizzamenti inbound hanno maggiori probabilità di uscire tra i primi risultati dei motori di ricerca. Questo, tra i trucchi SEO, ha lo scopo di suggerire ai site crawlers che il sito a cui punta il collegamento è un’autorità riguardo ad un certo argomento. Quindi maggiore è il numero di link inbound che un sito riceve maggiore sarà la sua autorità e quindi verrà premiato dai motori di ricerca con un più alto posizionamento nei risultati (search engine results pages -SERPs). Non tutti i collegamenti inbound hanno la stessa considerazione da parte dei motori, maggiore è l’autorità del sito che punta al nostro, maggiore sarà la considerazione da parte di Google, Yahoo, Bing, ecc..

Traffico Referral:

Attraverso i collegamenti inbound possiamo portare nuovo tarffico al nostro sito: ecco un altro dei  trucchi SEO. Se qualcuno inserisce in una pagina del proprio website o in un post del proprio blog aziendale un collegamento al nostro sito, i visitatori potrebbero cliccarlo e quindi visitare il nostro website, cosa che magari, in assenza di quell’indirizzamento, mai avrebbero fatto. Il volume di traffico referall che si può ottenere dipende naturalmente in prima istanza da quanto traffico riceve quel blog o quel sito.

Quali sono le caratteristiche di un buon collegamento ipertestuale inbound?

Proviene da un sito con alta autorità

Utilizza un appropriato anchor text:

per anchor text intendiamo quella parte di testo che contiene il link, ad esempio in questo caso, Rhei Inbound Marketing è l’anchor text del link http://rhei.it/. Tale testo deve anche essere appropriato e congruente con la pagina a cui indirizza. Google è in grado di leggere l’anchor text e lo valuta ai fini della SERP, ovviamente ai generici “clicca qui”, o “scopri di più” riserva poca o nulla considerazione.

Topics: SEO

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us