Devo per forza utilizzare il marketing automation?

17.11.16 - Posted by Elisa

marketing_automation.png

E’ davvero necessario utilizzare un software di marketing automation per fare inbound marketing?

No, non è necessario, ma senza è decisamente molto più faticoso e poco scalabile. Il mercato offre diverse opzioni,  più o meno user friendly: Marketo, Eloqua, Pardot e Hubspot. Poi ci sono soluzioni che vengono proposte come marketing automation ma in realtà sono solo dei CRM come Salesforce, Zoho, Act!, Infusionsoft, ecc.

Attenzione alla differenza:

  • un sistema di CRM traccia le interazioni di clienti e prospect e aiuta il reparto vendite a definire i livelli di priorità o le opportunità e semplifica l’invio di email e le azioni di prospecting
  • un software di marketing automation permette invece la manutenzione e l’aggiornamento del sito, la costruzione delle sue pagine, le campagne di email marketing, la creazione di landing page e call-to-action, la gestione dei social media e le analitiche sulle performance delle azioni di marketing.

La scelta tra le due opzioni deve essere dettata dai propri obiettivi di business più che dalla comparazione delle diverse offerte.

Vogliamo semplicemente automatizzare alcune delle nostre attività ricorrenti o vogliamo applicare e gestire campagne di inbound marketing?

Definire questo punto è molto importante. Se vogliamo inviare email ai prospect, costruire landing page, scrivere articoli per il blog e avere analitiche che misurano l’andamento delle campagne allora qualunque software di marketing automation farà il caso nostro.

Se invece vogliamo un tool che ci aiuti anche a imparare e rendere operativa la metodologia dell’inbound marketing allora l’ideale è Hubspot in quanto piattaforma software all-in-one per l’ottimizzazione inbound, che “obbliga” a rimanere aderenti alle best practice dell’inbound e suggerisce passo passo le azioni migliori per la nostra strategia.

Come dicevamo all’inizio del post è comunque possibile fare inbound marketing senza appoggiarsi ad una piattaforma di marketing automation.

Per la gestione del sito esistono diversi cos -content management systems- gratuiti come ne esistono altrettanti per la gestione del blog, per l’invio delle email e per la gestione dei social media, mentre per l’analisi dei dati si può utilizzare Google Analytics.

Dopodichè si possono mettere insieme tutti i pezzi e costruire, gestire e ottimizzare le proprie campagne di inbound marketing. Ovviamente si tratta di un procedimento manuale molto laborioso e time consuming, oltre che esposto sotto più fronti a rischiosi errori di valutazione (i dati non saranno integrati perché provenienti da differenti piattaforme che non comunicano tra loro).

Utilizzare una piattaforma di marketing automation capace di gestire in modo integrato tutte le azioni permette di fare molto di più con molto meno, in termini di ore e risorse impiegate.

Un esempio di come l’utilizzo di Hubspot facilita l’esecuzione di una campagna inbound.

Per prima cosa vengono inserite e analizzate le keyword nel tool Hubspot dedicato.

Ogni asset digitale che utilizzeremo per la campagna (email, pagine web, landing page, articoli del blog o post per i social media) verrà automaticamente analizzato e ottimizzato dal lato SEO in accordo con i più recenti algoritmi di Google.

Consideriamo ad esempio un semplice articolo per il blog. Se abbiamo 1000 keyword non possiamo ricordarle tutte. Utilizzando una piattaforma di marketing automation come Hubspot, mentre scriviamo il post non dovremo preoccuparci di ricordarle e posizionarle in maniera corretta perché è il sistema che le suggerisce e ci dice quando il nostro post è ottimizzato per i motori di ricerca. Al momento della pubblicazione, Hubspot posta automaticamente l’articolo sui social media evitandoci di doverlo fare manualmente.

Per essere sicuri che l’articolo concorra alla lead generation, la piattaforma di marketing automation ci ricorda di aggiungere anche il bottone della call-to-action.

Siccome quella call-to-action è collegata ad una landing page e a un form, quando la cta viene cliccata parte automaticamente il workflow relativo alla campagna a cui il nostro post è collegato. Il tutto con un semplice click.

Fondamentale è l’accesso in real time ai dati di performance degli asset utilizzati.

Poter verificare immediatamente quante lead vengono generate, quale asset e quale canale risulta maggiormente performante, fornisce numeri concreti ed immediati per ottimizzare la campagna successiva o quella in corso.

Posso accedere ai dati da pc, tablet e smartphone e verificare quanto sta succedendo in tempo reale, senza dover aspettare settimane o mesi.

Quali pagine del sito trasformano i visitatori in lead? Quali contenuti portano traffico? Quali call-to-action vengono cliccate? Su quali keyword siamo più performanti? E i nostri competitor? Come si comportano i visitatori del sito? Leggono tutto il contenuto della pagina? Su quale pagina si fermano di più? E su quale di meno?...

Queste sono solo alcune delle risposte che una piattaforma di marketing automation come Hubspot è in grado di darci.

Solo grazie ad un buon sistema di marketing automation potremo fare un netto salto di qualità perchè ogni nostra azione potrà essere motivata dai dati, cioè data-driven e non da intuizioni o consuetudini.

PantaRhei HubSpot Platinum Certified Partner Italia

Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

Follow Us